Come riconoscere la qualità del cashmere?

Al giorno d'oggi, molte persone sono ingannate quando comprano vestiti di cashmere perché non sanno la differenza tra il vero e il falso. In effetti, ci sono copie che non si possono individuare se non si chiede in giro. Quindi, per aiutarvi a conoscere la differenza in modo da non soffrire dell'atto di contraffazione, vi suggeriamo il seguente articolo. Avrete alcuni consigli che possono aiutarvi a conoscere le qualità dei tessuti di cashmere che esistono.

Riconoscere la qualità del cashmere

Per realizzare capi in cashmere, ci sono diverse qualità di tessuti disponibili. Queste qualità dipendono dalla leggerezza e dalla lunghezza della lana, ma anche dal processo di trasformazione delle fibre. Se cliccate su questo link otterrete maggiori dettagli su questo contenuto. Per avere tessuti di qualità, più del 50% della fibra raccolta dalla capra viene scartata. Più tempo si spende per fare il cashmere, più alta è la qualità. A volte, quando la fibra è molto leggera, la qualità è alta. Così, il tempo in cui il cashmere viene lavorato definisce la qualità del vostro cashmere.

Differenze nelle qualità del cashmere

Ci sono diverse qualità di tessuti di cashmere disponibili sul mercato. Se non conosci i diversi tipi che esistono, potresti fare una scelta che non funzionerà bene per te. In primo luogo, ci sono differenze nelle qualità della fibra usata per fare il cashmere. Abbiamo fibre grezze, fibre trattate, fibre vergini e infine fibre riciclate. Per la qualità del cashmere ora, abbiamo lane da 2 a 4 strati che mantengono costante la temperatura interna. Le lane da 6 a 12 veli che si indossano di solito quando il fresco è troppo alto. Indipendentemente dal numero di strati, il cashmere mantiene la sua morbidezza e le sue proprietà termiche.