Il vaccino contro il Covid-19

In questo periodo, si discute molto il fatto di farsi vaccinare o no. Infatti, c’è una grande polemica intorno.

Perché ci sono le persone che non accettano il vaccino ?

I motivi per alcuni che non accettano di farsi vaccinare, chiamati no vax, sono molti:

  • Non sono sicuri che il vaccino agisce veramente contro le varianti
  • I vaccini non hanno fatto abbastanza oggetto di lavori in laboratorio. Umani sono diventati cobaye
  • è la proteina spike che è la responsabile della mortalità mentre è questa proteina che viene iniettata come vaccino.

I motivi per non essere vaccinati sono numerosi. Tra coloro che sono stati vaccinati, c'erano alcuni che avevano la miocardite, anche, persone sane si ammalavano o addirittura morivano. Inoltre, gli cattivi effetti del vaccino non si sentono subito, ma si deve aspettare magari quattro o cinque anni. Infine, ci sono gli studi che hanno dimostrato che le persone vaccinate catturano le varianti.

Al contrario, con loro che sono stati vaccinati condannano questi no vax come irresponsabili, inconsapevoli o addirittura assassini. Per loro, l’unica soluzione per riprendere la vita prima del corona è il vaccino. Quasi tutti i governi in Europa aderiscono al passo sanitario per avere questa tranquillità.

Il vaccino diventa un passo sanitario per muoversi

Il passo sanitario è la presentazione di un documento su carta o digitalmente come una prova di salute. Ci sono tre possibilità:

  • La vaccinazione con la condizione che si tratta di un regime vaccinale completo. C’è un codice QR ottenuto nel certificato vaccinale.
  • La prova di un test negativo di meno di 48 ore per l’accesso ai grandi eventi o di 72 ore max per il controllo sanitario alle frontiere
  • Il risultato positivo di un test RT-PCR dimostrando il recupero dopo il Covid 2019 di almeno 11 giorni e meno di sei mesi.

Ma anche con il passo sanitario, le misure di sicurezza contro il Covid devono ancora essere rispettate.